Archivi per il mese August, 2007

Unfabulous: Burger Bustle

Thursday, 23 August, 2007

Unfabulous Burger Bustleby Nick

Controlli una cameriera, l’unica che si da da fare allo Yum Burger, e devi compiere queste operazioni:

- incontrare i clienti all’ingresso;
- trovargli un tavolo libero;
- prendere le ordinazioni;
- recarti in fondo dai cuochi e servire l’ordine;
- alla fine pulisci il tavolo e intaschi la mancia lasciata.

Usa il click sinistro per tutte le azioni.

Non farli aspettare troppo o la faccina sorridente diventerà rossa dalla rabbia: sinceramente, non ho mai avuto occasioni di veder la faccetta allo stato arancione :| e rosso :( perché il gioco è molto semplice; ho potuto notare la faccetta rossa soltanto pochi minuti fa soltanto perché ero intento a catturare la schermata e salvarla con GIMP2 mentre il gioco continuava in sottofondo.

Sfortunatamente i lpunteggio è fortemente influenzato dal caso, perché metti caso che due o tre tavoli di seguito ti ordinino lo stesso tipo di cibo (per esempio le patatine fritte) dovrai aspettare che il cuoco si decida a produrne di nuovi e a renderli disponibili. Insomma l’abilità non è proprio grande protagonista.

Tips and tricks:
Quando il gioco si fa più veloce ti conviene far accomodare i clienti su tavoli secondo un preordinato schema sequenziale evitando dunque di spargerli dove capita, per esempio: 1° cliente in alto a sinistra, 2° in alto a destra, 3° nel mezzo a sinistra, nel mezzo a destra, in basso a sinistra, in basso a destra… e via così. In questo modo puoi immediatamente capire qual è il prossimo cliente da servire o chi sta attendendo da troppo.
Altro consiglio, occhio al tempo! Quando si scende sotto i 30 secondi tieni bene in mente che prendere le mance diventa lo scopo principale, quindi dopo i 20 secondi ignora i nuovi arrivati.

Mio miglior punteggio: 1830

Unfabulous: Burger Bustle

Thursday, 23 August, 2007

Unfabulous Burger Bustleby Nick

You control a waitress, the only one working at the Yum Burger, and you have to:

- greet clients;
- let them seat on an empty booth;
- take the order;
- go to the cooks’ platter and serve the order;
- at last clean the tables and collect the tips they leave.

Use the left click to perform all actions.

Don’t let the clients wait for too long or their smile will turn into a red face: to be sincere, I never had the opportunity to see the smiley face get orange :| and then red :( because the game is very easy; I just saw the red face a while ago while taking a screenshot from the game, taking my time to resize and save with GIMP2 while the game was running in the background.

Unfortunately the score is mostly affected by pure random, because if two or three tables in a row are asking for the same kind of food (let’s say the fries) you have to wait until the cook produce a new item of that kind. So skill is absolutely not the main requirement.

Tips and tricks:
When game gets faster you better find clients a seat following a sequential order not a random one, let’s say: 1st client on the upper left, 2nd on the upper right, 3rd on the middle left, middle right bottom left, bottom right and so on. This way you can immediately tell which client to serve next or is waiting for too long.
Other tip, keep an eye on the timer! When less than 30 seconds left keep well in mind that collecting the last tips is the main goal, simply ignore newcomers.

My best score: 1830

Suggerire una Parola per le Supercazzole

Tuesday, 21 August, 2007

…più semplice che creare una frase template ma bisogna seguire criteri precisi

Come spiegato nell’articolo Suggerire un Template di Supercazzola le parole che compariranno al posto dei Tag ([VERBO], [CHI], etc…) possono essere influenzate e quindi modificate dal programma oppure semplicemente dovrebbero essere tali da incastrarsi bene nel contesto. Dunque proponendo nuove Parole, per fa sì che siano accettabili e dunque approvate, è necessario seguire alcuni criteri, che cercherò di chiarire in questo articolo.

[VERBO]
E’ necessario indicare solo verbi regolari al tempo presente modo infinito (es. “prematurare“) possibilmente non troppo comuni; qualche esempio tra quelli già esistenti: ‘provare‘ ed è già fin troppo comune, per il resto puntare su verbi originali sul genere ‘svirgolare‘, ‘stuzzicare‘ arrivando fino a quelli tipici da supercazzola come ‘clacsonare‘ e via così. Essendo regolari e all’infinito è possibile modificarli tramite apposite particelle indicate esternamente (es. “s[VERBO]si”) nel modello della frase.

[DOVE]
Indicare un luogo sempre con l’articolo davanti. Evitare nomi di locali noti e simili… per il resto può essere un qualunque luogo, magari suggestivo d’antani, volendo anche un ‘luogo figurato’.

[CHI]
Indicare una persona sempre con l’articolo davanti. Indicare possibilimente personaggi tipici, evitare nome e cognome di qualcuno… per il resto, chiunque.

[COSA]
Indicare un oggetto o genericamente una cosa sempre con l’articolo davanti. Rispetto a DOVE e CHI, che dovrebbero contenere spesso parole ‘normali’ per dare un minimo di filo logico e comprensibile alla frase, il tag COSA invece dovrebbe leggermente incrementare la confusione della supercazzola, quindi introducendo anche antanate.

[COME]
Alle parole prodotte da questo tag è affidato il maggior compito di ’supercazzolizzazione’ della frase; quindi indicare parole stravaganti, o simili a parole esistenti ma storpiate, secondo i crismi della supercazzora classica. Per dare un’idea, alcuni esempi esistenti:
in senso anafestico‘, ‘come se fosse antani‘, ‘di casentino‘ tra quelli superclassici e quindi proporne altre originali tipo ‘di blandella‘, ‘al balzello‘ o semplicemente più capibili e reali tipo ‘a destra‘, ‘con molta fantasia‘ o ‘senza meta‘.

[QUANDO]
Indicare un’espressione temporale il più possibile compatibile in vari contesti. Il classico “quintana o setta” è già presente, per il resto sono espressioni temporali diciamo normali.

Buon divertimento.

Contribuire al Generatore di Supercazzole

Monday, 20 August, 2007

Carissimi Antani di tutta Italia,

Ancora non ho completato il generatore di supercazzole e già vedo parole e frasi (template) aggiunte da qualche prematurato visitatore.

I “contributi” dei visitatori sono ovviamente soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati e messi a disposizione del generatore. Mi è risultato triste non aver potuto accettare gran parte delle prime parole e le frasi suggerite finora suggerite: non erano adeguate a come se le aspetta il programma perché ovviamente mancavano le opportune indicazioni che ora cercherò di fornire nei seguenti articoli.

Relativo al Comando: “Proponi un Template di Supercazzola…
Suggerire un Template di Supercazzola

Esempi pratici di Template
come proporre un template che probabilmente sarà approvato

Relativo al Comando: “Proponi una nuova Parola…
Suggerire una Parola per le Supercazzole
come proporre parole valide per il generatore di supercazzole

In conclusione, pur essendo il contesto goliardico, sia le parole che le frasi non dovrebbero mai scadere nel volgare, diciamo non oltre la parola “cazzeggiare” (o “sgnacchera” al massimo), comunque mantenendo quel certo sapore piccante e birbantello, tipico della supercazzora brematurata con scappellamento a destra, come se fosse antani.

Mi raccomando,
soprattutto voi che vi ricordate della supercazzola perché la vedevate e ci giocavate da giovini -se non fanciulli- o perché avete avuto occasione di scoprirla sul web pur essendo ragazzi oggi, mi raccomando:

spargete il verbo della Supercazzola! Non lasciamo cadere nel dimenticatotio questo magnifico strumento d’intrattenimento.

Lasciamola conoscere anche ai giovani amici prematurati. Dipende da voi, da te!

A postergati e buon divertimento.

Suggerire un Template di Supercazzola

Monday, 20 August, 2007

…è una cosa seria eh! Che richiede perizia e ingegno.

A chi vuole contribuire il “Modello di Supercazzola” viene indicato come “template” perché rende bene l’idea e dovrebbe essere un termine ormai noto a chi “partecipa al web”.
Quindi viene richiesto di fornire una frase con “particelle” particolari (Tag), ben studiata in modo tale che quando questa verrà elaborata dal generatore le parole sostituite ai tag si incastrino ottimamente con il resto esplicito della frase. Questo richiede ovviamente la conoscenza di come sono le parole disponibili e quindi come suggerirle correttamente.

I tag disponibili, indicati anche nell’aiuto radipo nella pagina, sono:
[VERBO] [DOVE] [CHI] [COSA] [COME]
e possono essere anche “multipli”, ad esempio:
[CHI,COSA,DOVE]
in questo caso alla fine il generatore ne sceglierà uno a caso, producendo una sola parola della tipologia scelta casualmente tra le tre (tre in questo esempio, ma possono essere ovviamente anche due [CHI,COSA], anche più ma è sconsigliato e raramente efficace).

Quando si pensa alla frase template ricordarsi che per DOVE, CHI e COSA sono usualmente indicati gli articoli, già all’interno della parola, quindi una frase come “per [VERBO] il [COSA]” è sbagliatissima, non vanno indicati articoli. Ricordarsi anche che potrebbero esserci soggetti e complementi oggetto maschili/femminili o singolari/plurali, quindi non dare troppo per scontato un caso o l’altro, quantomeno non “marcarlo” troppo nella frase.
Notare che il programma adegua le preposizioni indicate nella frase all’articolo contenuto nella parola, ad esempio nella frase corretta: “a [CHI] di [DOVE]“, se CHI si traddurrà con un “la sorella” e DOVE in “il vescovado” invece di mostrare un rigido risultato “a la sorella di il vescovado” presenterà un più sciolto e corretto “alla sorella del vescovado“.

Per quel che riguarda i tag [COME], grandi protagonisti della supercazzola soprattutto se di filato, essendo piuttosto variabili è difficile “controllarli” ma ovviamente, contenendo prevalentemente antanate, di solito stanno sempre bene un po’ ovunque. Anche se alcune parole ‘COME’ iniziano di per loro con “come se fosse …” oppure “senza …”, potete comunque usarle nelle frasi come: “come se fosse [COME] senza [COME]“, il programma eviterà doppie ripetizioni (ove previsto).

In finale, il [VERBO]. Da notare che all’inserimento di nuovi verbi si raccomanda di usare verbi regolari all’infinito, questo per poterli rendere meno rigidi indicando nella frase-template il tag VERBO affiancato da alcune particelle previste, per esempio: “s[VERBO]ta” se il verbo casuale è “prematurare” il risultato sarà un bel “sprematurata“.
Al momento le particelle finali supportate sono:
]mi, ]ti, ]le, ]si, ]ci, ]vi, ]to e ]ta
qualche esempio: stuzzicami, spolverarle, scherzato.
Le particelle iniziali, buone per aumentare il livello di supercazzola anche nei verbi, possono essere svariate; ad ogni modo alcune che potevano creare “incompatibilità” (ad es. “s[VERBO]” che avrebbe potuto produrre “sspolverare”) sono previste, quindi:
s[, pre[ e ri[
qualche esempio: spennellare, presospirare e risblindare.
Dicevo sono "previste" nel senso che non capiterà un dopprio "prepre.." (nel caso di prematurare o preparare che già l'hanno) e una correzione di "ri" se il verbo base inizia per "i", ad esempio per "ri[VERBO]” e il verbo “indicare” con “reindicare” al posto di un brutto “riindicare”.

Per prendere qualche spunto ecco alcuni template esistenti:

Modello n. 1 (semplice):
Permette? Mi lasci [VERBO]: per [VERBO,COSA] [COME] senza [DOVE,VERBO] da [CHI,COSA], vede, non posso [VERBO] [CHI,COSA] ma anche [CHI,COSA] [COME]. No?

Modello n. 9 (complesso):
No, no! [VERBO] ‘un si pole. Se [COSA] ma anche [CHI,COSA] [COME] come fosse [COME] in [DOVE] allora… pure e pure ma s[VERBO]si così non va, no? In[VERBO] come [CHI,COSA] non pare [COME]. Facciamo così, le vogliamo [VERBO] incontro a [DOVE]. Sentiamo [CHI] di [DOVE], poi sa… [COSA] dopo [COSA], si saprà disin[VERBO] [COME]. Ah sì!

Finora abbiamo trattato questione “tecniche” ma l’ingrediente finale essenziale è che la frase sia efficace come supercazzola a tutti gli effetti, alcune caratteristiche:

  • ci si rivolge sempre dando del Lei all’interlocutore
  • almeno la frase esplicita dovrebbe essere quasi interamente in italiano “normale” (privo di supercazzolate, ci penseranno le “variabili” a condirla)
  • pur dando del lei e usare un linguaggio forbito (anche desueto) la confusione può essere accresciuta da interruzioni (…) e vari “Eh, vede? Ah sì? No! Scusi!“, etc…

Buon lavoro ;)

Sito di Gengo craccato

Tuesday, 14 August, 2007

Uhoh… in uno dei primi post penso di aver scritto qualcosa come “ho craccato pesantemente Gengo” ma ovviamente mi riferivo alle mie modifiche al codice del Plugin Gengo per adattarlo al mio sistema di trasporto della lingua nel mio sito.

Sì ma qualcuno ha fatto lo stesso proprio concretamente e al sito stesso di Gengo, oltretutto altrettanto “pesantemente” da quel che si può notare.
Un paio di settimane fà avevo visitato Stoatware (jamietalbot.com) per un eventuale aggiornamento del plugin Gengo e la homepage era tutto un errore anche se il forum girava. Mi sembra di ricordare anche qualcuno che nel forum faceva notare la situazione e Jamie mi sembra rispose che c’era “qualche problemino”.Ora, l’intero sito è craccato / hackato! Homepage, pagina del plugin e forum.
Apparentemente la visita ottiene come risultato una pagina bianca… ma sbirciando il codice html si nota facilmente una raffica di link-spam, cloaccati (cloaked, ovvero “nascosti”) da un tag html invisibile (display:none).

Nell’altro suo sito multilingue wp-multilingual.net c’è una calma piatta (da mesi) nessuna reazione, nessuna notizia (brutte notizie).
Spero (speriamo?) che il sito possa riguadagnare presto la sua “libertà”.

Gengo site hacked

Tuesday, 14 August, 2007

Uhoh… in one of my early posts I think I wrote something like “I hacked heavily Gengo” but I obviously meant that I modified the Gengo Plugin to fulfill my multilanguage needs.

Yes, but someone else did actually the same to the Gengo site itself… and “heavily” too!
A couple of weeks ago I visited Stoatware (jamietalbot.com) to look for a plugin update but the homepage was errored even if the forums kept working.

Now, the whole site is completely craked / hacked! Homepage, plugin page and forums.
Apparently the visit results in a blank page… but if you view the page source you can easily notice a huge amount of spam links, cloaked by an invisible (display:none) html tag.

In his other multilanguage site wp-multilingual.net it’s all calm (too much?) and there is apparently no reaction, no news.

I (we?) hope the site can regain its “freedom” soon.