Articoli precedente e prossimo:
Monday, 20 August, 2007

…è una cosa seria eh! Che richiede perizia e ingegno.

A chi vuole contribuire il “Modello di Supercazzola” viene indicato come “template” perché rende bene l’idea e dovrebbe essere un termine ormai noto a chi “partecipa al web”.
Quindi viene richiesto di fornire una frase con “particelle” particolari (Tag), ben studiata in modo tale che quando questa verrà elaborata dal generatore le parole sostituite ai tag si incastrino ottimamente con il resto esplicito della frase. Questo richiede ovviamente la conoscenza di come sono le parole disponibili e quindi come suggerirle correttamente.

I tag disponibili, indicati anche nell’aiuto radipo nella pagina, sono:
[VERBO] [DOVE] [CHI] [COSA] [COME]
e possono essere anche “multipli”, ad esempio:
[CHI,COSA,DOVE]
in questo caso alla fine il generatore ne sceglierà uno a caso, producendo una sola parola della tipologia scelta casualmente tra le tre (tre in questo esempio, ma possono essere ovviamente anche due [CHI,COSA], anche più ma è sconsigliato e raramente efficace).

Quando si pensa alla frase template ricordarsi che per DOVE, CHI e COSA sono usualmente indicati gli articoli, già all’interno della parola, quindi una frase come “per [VERBO] il [COSA]” è sbagliatissima, non vanno indicati articoli. Ricordarsi anche che potrebbero esserci soggetti e complementi oggetto maschili/femminili o singolari/plurali, quindi non dare troppo per scontato un caso o l’altro, quantomeno non “marcarlo” troppo nella frase.
Notare che il programma adegua le preposizioni indicate nella frase all’articolo contenuto nella parola, ad esempio nella frase corretta: “a [CHI] di [DOVE]“, se CHI si traddurrà con un “la sorella” e DOVE in “il vescovado” invece di mostrare un rigido risultato “a la sorella di il vescovado” presenterà un più sciolto e corretto “alla sorella del vescovado“.

Per quel che riguarda i tag [COME], grandi protagonisti della supercazzola soprattutto se di filato, essendo piuttosto variabili è difficile “controllarli” ma ovviamente, contenendo prevalentemente antanate, di solito stanno sempre bene un po’ ovunque. Anche se alcune parole ‘COME’ iniziano di per loro con “come se fosse …” oppure “senza …”, potete comunque usarle nelle frasi come: “come se fosse [COME] senza [COME]“, il programma eviterà doppie ripetizioni (ove previsto).

In finale, il [VERBO]. Da notare che all’inserimento di nuovi verbi si raccomanda di usare verbi regolari all’infinito, questo per poterli rendere meno rigidi indicando nella frase-template il tag VERBO affiancato da alcune particelle previste, per esempio: “s[VERBO]ta” se il verbo casuale è “prematurare” il risultato sarà un bel “sprematurata“.
Al momento le particelle finali supportate sono:
]mi, ]ti, ]le, ]si, ]ci, ]vi, ]to e ]ta
qualche esempio: stuzzicami, spolverarle, scherzato.
Le particelle iniziali, buone per aumentare il livello di supercazzola anche nei verbi, possono essere svariate; ad ogni modo alcune che potevano creare “incompatibilità” (ad es. “s[VERBO]” che avrebbe potuto produrre “sspolverare”) sono previste, quindi:
s[, pre[ e ri[
qualche esempio: spennellare, presospirare e risblindare.
Dicevo sono "previste" nel senso che non capiterà un dopprio "prepre.." (nel caso di prematurare o preparare che già l'hanno) e una correzione di "ri" se il verbo base inizia per "i", ad esempio per "ri[VERBO]” e il verbo “indicare” con “reindicare” al posto di un brutto “riindicare”.

Per prendere qualche spunto ecco alcuni template esistenti:

Modello n. 1 (semplice):
Permette? Mi lasci [VERBO]: per [VERBO,COSA] [COME] senza [DOVE,VERBO] da [CHI,COSA], vede, non posso [VERBO] [CHI,COSA] ma anche [CHI,COSA] [COME]. No?

Modello n. 9 (complesso):
No, no! [VERBO] ‘un si pole. Se [COSA] ma anche [CHI,COSA] [COME] come fosse [COME] in [DOVE] allora… pure e pure ma s[VERBO]si così non va, no? In[VERBO] come [CHI,COSA] non pare [COME]. Facciamo così, le vogliamo [VERBO] incontro a [DOVE]. Sentiamo [CHI] di [DOVE], poi sa… [COSA] dopo [COSA], si saprà disin[VERBO] [COME]. Ah sì!

Finora abbiamo trattato questione “tecniche” ma l’ingrediente finale essenziale è che la frase sia efficace come supercazzola a tutti gli effetti, alcune caratteristiche:

  • ci si rivolge sempre dando del Lei all’interlocutore
  • almeno la frase esplicita dovrebbe essere quasi interamente in italiano “normale” (privo di supercazzolate, ci penseranno le “variabili” a condirla)
  • pur dando del lei e usare un linguaggio forbito (anche desueto) la confusione può essere accresciuta da interruzioni (…) e vari “Eh, vede? Ah sì? No! Scusi!“, etc…

Buon lavoro ;)



13 Responses to “Suggerire un Template di Supercazzola”

  1. cristian Says:

    di studentati blundi che liberando verso corso mariotta come se fosse di gasteropode nel ponte giro a destra o anticurva?no perchè trafficanti di pappagorgia a parte si trafalgano su e giù con un sedilante

  2. Galbo Says:

    Ma lei infonde postulati di gonorrea adiafasica in fila indiana, oppure solo scambiando, anche a ore pasti, al binario della socaposcia? Si figuri poi il cappellame di controsoffitto! Vabè, pazienza.

  3. stefano Says:

    potreste fare un tester per i template? tipo che uno li prova per vedere che antani esce o che supercazzola viene fuori prima di suggerirle?

  4. Heracleum Says:

    Ciao Stefano,
    l’osservazione/proposta è validissima, verrebbe anche codoma evitante inviare template che non stuzzicano a dovere. A dirla tutta m’ero anzitempo pronesco a produrre una sorta di cosiddetto “Sand-Box” (ambiente di test) prima della sodomissione, idea in seguito postergata, ma -or che giunge d’un esimio utente del generatone- m’appresto all’antergazione della suddetta in tudulista ;)

  5. MERLO Says:

    BBE SE L’ANTANI VA IN BAN DO NN TROVA UN ANTIFATO CHE VADA PERIL VERSO ANTIORARIO O ANTANNI PER 3
    MI PORGA IL MIGNOLO VEDE FANCA SOTTO LA PANCA
    VEDE

  6. xxz Says:

    Brinda allo sparaneve con pastrani tegumentario?
    Francoforte in politica alla garanzia 4 x 4?
    è garantita la pasta per caramelle telefonate?

  7. LU QUAN Says:

    come disse il poeta della papuasia nord coreana! in quel tempo: i sinistrati con lo scatawascio(pkè agg fatt u’ trinityy) si scontravano gestualmente con gli scalpellati del roccacannuccia!cordialasti saluti e ohilà patacca!!!!!!!

  8. matteo Says:

    comunque usa un plurtico per quel dolore che avevi lungo la cerunsola. oppure chiedi a un chiutronista di giutolarti il futilopermanto

  9. peppe Says:

    we pep si nu pep

  10. LUCA Says:

    CIAO,SE SPREMATURATE L’ANTANI CICLOPICO CHE NELLE VOSTRE VESTI FA LA FATALE ASCESA ENFATICA,NON NE VERRETE AL CAPOLINO CHE LASSU VI FA LE VECI INVECE CHE LE VOSTRE,AUGURANDOVI DI NON SPERESSARE SUL FAMOS O PINO D’ABETE!

  11. conte zanetti Says:

    mi scusi: lei blinda il generatore di supercazzole come fosse tripudio di contatori o mi cogita un artifizio di latitudine imprecisata? no perchè se cogita, allora mi sblinda, ma se si sposta come fosse antani, forse sperequa…

  12. LC Says:

    Pero’ barrendo come postulati si affida la visione della supercazzola intensamente ai soliti rimorchi. Pendente con poca misura uggendo potrei sbagliarmi ma lo credo insito nell’errorame

  13. faust Says:

    Scusi per la farmacia sblinda? Girare alla quintana della rotonda ergonomica o sergnire fino all’incrocio effarbolato? seguendo l’indicazione anafestica si giunge allo scrippo frontale oppure posterdati come

Lascia un commento

Tag XHTML permessi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>